A Valentina

A Valentina

 

Una lacrima
scende, furtiva,
mentre il tempo
si è fermato
negli tuoi occhi,
nulla ti turba,
nulla traspare
nel tuo sguardo tremante.
Ah ,come vorrei scandagliare
l’ anima tua,
carpire le sensazioni
di un presente assente,
mondo vacuo,
chiuso in una mente
ovattata,
piramidi di emozioni
sopite,
nell’ imperturbabile vuoto
dell’ essere.
E, mentre il libro
della tua vita
leggere bramo,
faccio mia
la tua fragilità.

Rosella Lubrano

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *