Franca Fichfach regala le sue filastrocche natalizie (da stampare)

di Marina Vicario

L’autrice di “Emozioni di un’orsa” e la curatrice e scrittrice insieme ad altri autori di “E adesso parlo io…” (editi da Pluriversum Edizioni), regala a grandi e piccini le sue filastrocche natalizie. Vi suggeriamo di stamparle, conservarle e anche regalarle. Spronate i più piccoli ad immaginare con i disegni ciò che hanno ascoltato o letto. Sarà divertente!

Cliccando sul link, conoscerete meglio Franca Fichfach nella sua intervista.
http://www.pluriversumedizioni.it/2018/08/31/franca-fichfach-lorsa-triestina-solare-e-poetica/

Pronti per farvi incantare dalla magia del Natale?
Buona lettura!

Fino al prossimo dicembre
______________________________
Nella storia di casa mia
Natale arrivava con la sua magia.
A mezzanotte la cometa scendeva
su di una grotta che luce non aveva.
Un bue e un asinello, Giuseppe e Maria,
nella paglia il bambinello e
l’angelo cantava “È nato il Messia”.
Giungevano i pastori con le greggi,
venivano le genti
con regali, frutta e ortaggi.
Al bimbo in fasce sorridevano amorosi
altri, invece, erano soltanto un po’ curiosi.
Passarono così diversi giorni sempre uguali
con canti danze e doni al piccolo bambino.
Infine pure i Magi,
portando argento, mirra e oro,
giunsero al cospetto del piccolo tesoro.
Facendo un grande inchino, per onorar Gesù,
ripresero il cammino e non si videro più.
Questa è la storia
raccontata a casa mia
la sera prima dell’Epifania,
Volando sulla sua scopa, la vecchina,
lascia l’ultimo pensiero dentro la calzina.
Per il prossimo dicembre
mette nel sacco
le feste in compagnia,
salutando tra le stelle il nuovo anno, dona pace amore e tanta magia.

24 dicembre 2018
____________________
Ho preparato sul tavolo accanto al camino
dei biscotti, un po’ di latte ed un bigliettino.
Questa notte arriverà Babbo Natale
spero che scendendo non si faccia male
e poi, se per caso un po’ di fame avrà,
dopo aver letto quello che ho scritto mangerà.
Gli ho chiesto dei regali assai speciali,
pochi dolci e per papà un paio di occhiali.
Per la mamma, che non c’è più, un paio d’ali,
così che Angelo lei sia,
resti qui, sempre con noi e non vada via.
C’è il gatto qui con me che mi guarda storto,
per lui ho chiesto solo una sarda ed un topo corto.
Per Billo, il cane mio, cucciolotto
una palla, un osso ed un succhiotto.
Io ormai son grandicello,
purtroppo a scuola ho fatto il birbantello.
So che mi porterà solo carbone,
niente giochi e niente cose buone.
Sarà un Natale magro per quest’anno
d’ora in poi, lo prometto,
farò il bravo senza far danno.
Nel 2019, in questo giorno
so per certo che farà ritorno,
un sacco di regali porterà
con cioccolato, caramelle e un tagada.

“E adesso parlo io…” http://www.pluriversumedizioni.it/prodotto/e-adesso-parlo-io/
“Le emozioni di un’orsa” http://www.pluriversumedizioni.it/prodotto/le-emozioni-di-unorsa/


Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *