Non smettere di sognare – Intervista a Roberta Zanzi

a cura di Marina Vicario

Non smettere di sognare” è il primo di libro di Roberta Zanzi edito da Pluriversum Edizioni e promette di diventare uno dei più quotati in catalogo.
Conoscendo Roberta Zanzi sono stata impressionata dalla sua determinazione fuori dal comune, dalle sue capacità professionali e la sua sconfinata e affascinante creatività. Sono molti gli interessi di genere lettario di cui si occupa; in particolar modo è una vera appassionata per le storie gotiche, meglio se popolate da fantasmi e vampiri.

Congratulazioni da parte di tutta la Redazione di Pluriversum Edizioni per la tua opera prima “Non smettere di sognare”. Come ti senti nella veste di scrittrice?
È una veste a cui non sono abituata anche se ho sempre amato sia la lettura che la scrittura, ma i miei scritti non li ha mai letti nessuno fino ad ora, quindi è tutto molto strano!

Da dove è arrivata l’ispiraizione per scrivere “Non smettere di sognare”?
Premetto che io amo leggo e scrivo fantasy e mai e poi mai avrei pensato di scrivere un romance, l’ispirazione me l’ha data un sogno che ho fatto l’estate scorsa e a differenza di quello che succede solitamente cioè che il mattino successivo non ricordo nulla… questo lo ricordavo perfettamente ho scribacchiato alcune frasi su un quaderno e da lì ho iniziato a costruire la storia.

Quando hai capito che potevi scrivere anche per gli altri? Quando da quegli scarabocchi sul quaderno, le idee si sono affollate nella mente e ho continuato a scriverle, dopo qualche ora avevo scritto un paio di capitoli e ho pensato: – ok continuo vediamo cosa ne esce -.

Nel romanzo c’è una parte autobiografica?
Oh no! Nessuna parte è autobiografica. “Non smettere di sognare” è frutto della pura fantasia ed è stato una sorpresa anche per me.

Hai un personaggio del tuo libro a cui sei più affezionata e perché?
Amo entrambi i protagonisti della mia storia perché tornando indietro con la memoria ricordo molte cose dell’adolescenza, sicuramente non è un periodo facile, non sei più bambino ma non sei nemmeno adulto; vivi momenti di assoluta spensieratezza alternati a momenti di depressione totale, ci si innamora tanto e spesso, quindi fanno tenerezza, perché tutti noi abbiamo passato quella fase di crescita, e sono riuscita a immedesimarmi in Jenna la protagonista, ma sono molto affezionata ad Alexander, perchè credo che chiunque ragazza e donna sogni di essere per un uomo quello che Jenna è per Alex; chi è quella donna che non desidera essere al primo posto nei pensieri di un uomo? Dando anche una notevole dimostrazione di coraggio! Ma non voglio svelare troppo…

Da dove è scaturita la tua passione per i vampiri, fantasmi e fantasy?
Fin da ragazzina sono stata appassionata di fantasy.
Ricordo Belfagor il Fantasma del Louvre in onda negli anni ’70 a episodi sulla prima rete… mi spaventava da morire, ma non riuscivo a non guardarlo. Tra i miei autori preferiti annovero Bram Stoker, Colleen gleasonPC & Kristin Kast per quanto riguarda l’attrazione per i vampiri, per il fantasy invece adoro Tolkien, Martin e Rowling.

Roberta Zanzi ha ancora sogni nel cassetto da rispolverare?
Mah… credo che ognuno di noi abbia sogni nel cassetto e io non faccio eccezione, non voglio crearmi strane illusioni o nutrire speranze, ci ho provato e il primo sogno si è concretizzato, quindi non smetto di sognare, chissà che cosa mi riserverà il futuro, sono curiosa di scoprirlo.
Parlando invece di sogni possibili da realizzare posso svelare che ho diversi progetti con alcuni collaboratori addirittura per una scrittura a quattro mani. Poi con Lisa Lambertini (autrice di “Inima e i pensieri della luna” – Pluriversum Edizioni) ci sono tanti progetti da strutturare con gruppi country e con i vampiri.

Attendendo di vedere concretizzare tutti questi progetti così intriganti che accontenteranno gli affezionati al genere del mistero e del gotico, vi lasciamo qui di seguito una breve descrizione per conoscere meglio l’autrice e il suo romanzo “Non smettere di sognare“.

L’AUTRICE


Roberta Zanzi nata e vissuta a Ferrara, di professione impiegata, oltre a Non smettere di sognare ha pubblicato un racconto breve inserito in un antologia edita nel 2018 da Pluriversum Edizioni, con il quale ha partecipato al concorso letterario “CAVE CANEM” aggiudicandosi il secondo premio della giuria popolare, oltre a recensioni di libri sulla rivista online Pensiero Plurale.

LA DESCRIZIONE: Non smettere di sognare

L’adolescenza sconvolta dai primi amori sarà la protagonista in questa storia dolce, innocente e a tratti passionale. Le vite dei protagonisti si intrecciano per caso e danno inizio a un sentimento che non vedrà mai fine, ma le parole non dette li condurrà su strade diverse e a una lunga separazione che inevitabilmente modificherà il loro percorso di vita. La verità a un certo punto si mostrerà e sarà sconvolgente, una verità che non immaginavano, rivelazioni che indurranno dolorose riflessioni concludendosi in un epilogo inaspettato.

Cliccando sul link o copertina sottostanti potrete acquistare il libro nello e-store di Pluriversum Edzioni

Cliccando sul link sottostante potrete acquistare il libro nello e-store di Pluriversum Edzioni





Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *