In offerta!

L’anima vola

10.00 8.50

La silloge di Antonella Ariosto affronta, con piglio delicato e garbo, e in uno stile fresco e immediato, alcuni dei temi che affliggono l’uomo moderno: la mancanza d’amore, la solitudine e il vuoto esistenziale.
I sentimenti sembrano calati in una dimensione atemporale, dove il dolore, attutito da un silenzio “assordante” ma consolatorio, si placa e rivela in scenari evocativi di un tempo e di uno spazio che esistono solo nell’anima.
L’autrice, nelle sue liriche, attraverso immagini lievi eppure tanto efficaci e suggestive, osserva e analizza la sua stessa fragilità, avvertendo prepotentemente il bisogno di comunicare il proprio dolore e l’esigenza di calore e amore.
Traspaiono altresì la paura dell’abbandono. Eppure, le note limpide della sua scrittura sono fondate sulla consapevolezza di un dolore che non assume mai toni pessimistici, in quanto prevale sempre la speranza.
L’autrice, dialogando con se stessa, percorre la via dei sentimenti, in tutte le loro ampie e articolate declinazioni e sfumature, e afferma il desiderio di essere spensierata e il desiderio di una vita che “emani splendore”
Anche la natura viene cantata dall’autrice. Il mare, i boschi, il tramonto… tutto concorre a colmare il vuoto e ad allontanare i pensieri distruttivi.
I sogni, spesso ad occhi aperti, dischiudono nuovi orizzonti per la ricerca di equilibrio e armonia.
È vibrante il conflitto tra ragione e sentimento, tra compassione e l’osservazione della caducità della vita e dell’uomo. I ricordi, gli ideali, ma soprattutto la speranza in un domani migliore, animano i sogni della nostra poetessa, anche se “i fiori sono ormai avvizziti”, come recita in una sua intensa poesia.

Categorie: , Tag: Product ID: 2210

Descrizione

La silloge di Antonella Ariosto affronta, con piglio delicato e garbo, e in uno stile fresco e immediato, alcuni dei temi che affliggono l’uomo moderno: la mancanza d’amore, la solitudine e il vuoto esistenziale.
I sentimenti sembrano calati in una dimensione atemporale, dove il dolore, attutito da un silenzio “assordante” ma consolatorio, si placa e rivela in scenari evocativi di un tempo e di uno spazio che esistono solo nell’anima.
L’autrice, nelle sue liriche, attraverso immagini lievi eppure tanto efficaci e suggestive, osserva e analizza la sua stessa fragilità, avvertendo prepotentemente il bisogno di comunicare il proprio dolore e l’esigenza di calore e amore.
Traspaiono altresì la paura dell’abbandono. Eppure, le note limpide della sua scrittura sono fondate sulla consapevolezza di un dolore che non assume mai toni pessimistici, in quanto prevale sempre la speranza.
L’autrice, dialogando con se stessa, percorre la via dei sentimenti, in tutte le loro ampie e articolate declinazioni e sfumature, e afferma il desiderio di essere spensierata e il desiderio di una vita che “emani splendore”
Anche la natura viene cantata dall’autrice. Il mare, i boschi, il tramonto… tutto concorre a colmare il vuoto e ad allontanare i pensieri distruttivi.
I sogni, spesso ad occhi aperti, dischiudono nuovi orizzonti per la ricerca di equilibrio e armonia.
È vibrante il conflitto tra ragione e sentimento, tra compassione e l’osservazione della caducità della vita e dell’uomo. I ricordi, gli ideali, ma soprattutto la speranza in un domani migliore, animano i sogni della nostra poetessa, anche se “i fiori sono ormai avvizziti”, come recita in una sua intensa poesia.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’anima vola”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *